libri: Cane crudo

Salone Borromini

7 aprile 2016 - presentazione volume

Cane crudo
di Antonino Fontana

Un viaggio di soli tre giorni nel mondo di John Lee, giovane artista italo-americano alle prese con la sua prima mostra a Milano, e della band dei Black Dogs, quattro calabresi che negli anni ’60 scimmiottavano i Beatles, è al centro del primo romanzo di Antonino Fontana dal titolo Cane crudo, pubblicato da Robin nel 2015. Se ne parla  nel salone Borromini della Biblioteca Vallicelliana alla presenza dell'autore.
Molti sono i piani che si intrecciano tra finzione e realtà nel romanzo e un ruolo fondamentale è evocato dalla musica dei Beatles. Sono del resto proprio le note dei fab four ad accompagnare l’incontro in programma, che vede impegnati i chitarristi americani Sam Russomanno e Danny Crews con  brani del quartetto di Liverpool in un repertorio strettamente legato al tema del libro.
Intervengono in Vallicelliana  Marcello Teodonio, docente di Letteratura italiana, Nicola Sisto, autore Rai, Palmira Petrocelli, presidente dell'Istituto Italiano di Navigazione, Alfredo Leto, presidente di Isia Global Service, Maria Pia Capozza, vicepresidente della Onlus Giovanna d'Arco. Dopo il saluto del direttore della Biblioteca Paola Paesano,  l'incontro è coordinato dalla giornalista Rai Simonetta Guidotti, alla presenza dell’autore.
Personaggio eclettico, agli inizi ebanista a Reggio Calabria, quindi architetto e designer, prima a Milano poi a Vienna, Antonino Fontata si dedica oggi soprattutto alla ricerca artistica sulla natura e le sue rappresentazioni. Ne è una testimonianza già la sua prova d’esordio con il libro d’arte pubblicato da Allemandi nel 1999, intitolato Unus vestrum me traditurus est.

giovedì 7 aprile 2016 ore 17
ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili;
gradita la prenotazione: b-vall.promozione@beniculturali.it

locandina

invito