incontri: Salotto Romano

Salone Borromini

9 gennaio 2014 - incontri

Salotto Romano

È in programma nel Salone Borromini il primo appuntamento del 2014 con il Salotto Romano, ciclo di incontri dedicati alla tradizione e alle diverse forme artistiche legate alla capitale, a cura dello scrittore e saggista Sandro Bari e dell’architetto, e poetessa, Francesca Di Castro. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l'associazione culturale Roma Tiberina e con la rivista Voce Romana ed ha il patrocinio del Comune di Roma.
La manifestazione è dedicata questa volta a Un colonna per non dimenticare. La travagliata storia di un monumento nazionale dedicato ai caduti e dispersi del C.S.I.R.- A.R.M.I.R. 1941-1943. La battaglia di Nikolajewka, 26 gennaio 1943, e ripercorre le vicende che hanno accompagnato la costruzione del monumento recentemente inaugurato, edificato accanto al sepolcro di Vibio Mariano, più conosciuto a Roma come Tomba di Nerone. Composto da un cippo con basamento affiancato da un’asta per alzabandiera con supporto per campana Martinella, presenta ai lati del basamento targhe in bronzo con i nomi delle regioni d’Italia e delle divisioni che hanno combattuto su quel fronte.
Per prima cosa si parlerà della battaglia del 26 gennaio 1943 combattuta a Nikolajewka, per passare poi al racconto delle vicende che hanno caratterizzato la lunga gestazione del progetto commemorativo. Ad aprire i lavori sarà Sandro Bari, ricercatore storico ma anche figlio di reduce della Russia, cui seguiranno interventi dell’artigliere alpino Silvano Leonardi, animatore del Comitato Nikolajewka, del generale di Brigata alpina e storico Tulio Vidulich, dell'ammiraglio Domenico Carro, storico della Marina, e del bersagliere tenente Massimo Flumeri. Alle narrazioni si accompagneranno proiezioni di materiali fotografici d'epoca e attuali, con letture poetiche dell'attore Angelo Blasetti e la Tromba dei bersaglieri che dedicherà il Silenzio ai caduti di tutte le guerre.
In chiusura i poeti presenti, come di consueto, potranno recitare le loro composizioni.

Giovedì 9 gennaio ore 16.30
Ingresso libero

Scarica la brochure in formato pdf