BIBLIOTECA VALLICELLIANA
Seleziona una pagina

 

 

In occasione della Domenica di Carta 2021, appuntamento annuale promosso dal Ministero della Cultura in cui biblioteche e archivi si raccontano, domenica 10 ottobre la Biblioteca Vallicelliana effettuerà un’apertura straordinaria al pubblico. In programma un percorso guidato alla mostra Commentatori, copisti e traduttori di Dante nel fondo antico della Biblioteca Vallicelliana inaugurata il 23 settembre scorso in apertura delle celebrazioni dantesche per i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. L’esposizione è a cura di Livia Marcelli, Francesca Fioret e Francesco Paolo Magnanti.

Visite guidate: ore 10; 11.30.

In osservanza delle misure vigenti anti-Covid si prega di munirsi della certificazione prevista e di prenotarsi scrivendo a: b-vall.promozione@beniculturali.it o telefonando al numero: 06. 68802671.

La mostra Commentatori, copisti e traduttori di Dante nel fondo antico della Biblioteca Vallicelliana, a corredo del Convegno Internazionale Ai margini della Commedia. Il Dante vallicelliano del 23 settembre 2021, presenta una selezione bibliografica testimone degli interessi danteschi in ambiente oratoriano. Il percorso espositivo si apre con il manoscritto C 92 appartenuto a San Filippo Neri, miscellanea agiografica e poetica contenente l’ultimo Canto del Paradiso, e si snoda cronologicamente attraverso i numerosi commentatori danteschi nei codici e testi a stampa conservati in Biblioteca Vallicelliana. Prendendo avvio dalla lettura di Dante da parte degli autori della generazione a lui successiva (Petrarca e Boccaccio), si dà conto della fortuna del poeta tra gli umanisti (Coluccio Salutati), dell’interpretazione politica e neoplatonica del Quattrocento (Francesco Filelfo, Marsilio Ficino), dell’interesse per le questioni linguistiche nel Cinquecento (Pier Francesco Giambullari, Vincenzo Buonanni, Alberto Accarisi). Dalla breve parentesi seicentesca – il “secolo senza Dante” – si passa alla critica settecentesca, con la prima edizione integrale romana della Commedia (1791), e alla lettura risorgimentale dell’Apostolato Dantesco, per concludere infine l’itinerario con le illustrazioni di Gustave Doré, al termine di sei secoli di rappresentazione grafica della Commedia. Approfondimenti speciali sono dedicati al rapporto tra Dante e la città di Firenze, alla storia del dibattito sulla forma dell’Inferno e a Cristoforo Landino commentatore, con una rara edizione illustrata delle principali Opere di Virgilio, edita da Bernardino Stagnino nel 1507.

 

Ms. Z79A Biblioteca Vallicelliana

 

Locandina

Invito

Comunicato

 

Instagram