BIBLIOTECA VALLICELLIANA
Seleziona una pagina

 

Ms. Z79A Biblioteca Vallicelliana

 

Un’iniziativa online per celebrare una delle più importanti edizioni della “Divina Commedia”, un evento che intreccia Dante, Landino e Botticelli

Il 2021 è l’anno del settimo centenario dantesco, ma anche il 540° anniversario dell’edizione della “Commedia” col commento di Cristoforo Landino e le incisioni di Baccio Baldini su disegno di Botticelli, pubblicata da Niccolò di Lorenzo nel 1481. L’edizione del 1481 de la “Comedia” di Dante conteneva illustrazioni incise su disegni di Sandro Botticelli. Non più di 19 illustrazioni sono stampate direttamente sulla pagina in nessuna delle copie sopravvissute, e in molte delle 156 copie note per esistere in tutto il mondo, il numero di illustrazioni è di gran lunga inferiore, alcune appaiono fuori posto o capovolte o integrate da successive immagini. Ogni copia ha sviluppato una storia e una provenienza uniche poiché gli esemplari si sono diffusi in tutta Europa e oltre nei 540 anni dalla loro prima stampa. Per l’occasione l’Italian Cultural Institute of London, la Bibliographical Society of America e  l’UCL Special Collections hanno organizzato uno speciale incontro online, dalle ore 14.00 alle ore 16.00 (15.00-17.00 in Italia),  in cui biblioteche d’Europa e d’America presenteranno i loro esemplari, concentrandosi sulle loro specifiche caratteristiche, le note di possesso, quelle di lettura, le legature, le miniature e le incisioni botticelliane. Un’occasione unica per sfogliare, seppure virtualmente, le pagine di un gran numero di copie di un’edizione che ha segnato la storia del libro e della cultura.

La Biblioteca Vallicelliana aderisce all’evento, che vede la partecipazione della Direttrice, Paola Paesano, e della bibliotecaria Livia Marcelli, con un video che illustra l’incunabolo vallicelliano, un’edizione della “Commedia” di Cristoforo Landino del 1481 (ms. Z 79 A)  arricchita negli ampi margini dai disegni ispirati al testo dantesco. A rendere unico l’esemplare sono proprio  i disegni che ne riempiono i margini, più di 300 raffigurazioni artistiche: alcune di queste, insieme ad alcune postille, furono attribuite nel 1955  da Bernhard Degenhart a  Giuliano e Francesco da Sangallo. La peculiarità di questa grande opera iconografica non è quella di illustrare la Commedia in modo narrativo, ma di raffigurare le similitudini dantesche, di rimandare quindi a immagini esterne all’oltremondo del poeta.

L’evento online è organizzato dalla dott.ssa Tabitha Tuckett (University College London), dalla prof.ssa Cristina Dondi (University of Oxford and Secretary of the CERL) e dalla  dott.ssa Alexandra Franklin (Bodleian Libraries).. Il programma prevede interventi a cura di varie biblioteche, che illustreranno i loro esemplari (University College London, Trinity College Cambridge, Bodleian Libraries, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Biblioteca Vallicelliana di Roma, British Library, The Morgan Library and Museum, New York, John Rylands Library, University of Manchester).

L’ingresso è gratuito ma è necessario prenotarsi all’indirizzo: https://www.eventbrite.co.uk/e/dante-1481-the-comedia-illustrated-by-botticelli-tickets-148095921889​.

 

 

Instagram