BIBLIOTECA VALLICELLIANA
Seleziona una pagina

 

 

“E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo”

Ray Bradbury  “Fahrenheit 451”

Una società distopica che mette al bando la cultura e brucia i libri.  Nel romanzo “Fahrenheit 451”  lo scrittore statunitense Ray Bradbury ci porta in un inquietante futuro in cui uno stato totalitario mette al rogo i libri. Una società senza memoria, piegata al conformismo, dove un corpo speciale di pompieri irrompe nelle case dei lettori e riduce il “pensiero” in cenere.  Il pompiere Montag viene a contatto con la confraternita di esseri che “sono i libri che amano”, libri imparati a memoria e tramandati da uomini che sono “vagabondi all’esterno, biblioteche dentro”. Incuriosito, Montag legge il suo primo libro: “David Copperfield” di Charles Dickens. In occasione dell’anniversario delle Bucherverbrennungen, i roghi dei libri avvenuti la notte del 10 maggio 1933 a Berlino e nelle principali città della Germania, culmine di una vasta campagna per la “pulizia” della cultura tedesca mediante il fuoco nella quale furono bruciate le opere di centinaia di autori considerati non conformi all’autentico spirito tedesco, la Biblioteca Vallicelliana lancia ai suoi utenti l’invito a segnalare un libro da salvare, un libro che vi è particolarmente caro o che ritenete indispensabile portare con voi nel futuro.

Campagna “Un libro da salvare”: inviateci i titoli dei vostri libri da salvare su facebook:  https://www.facebook.com/vallicelliana/

o all’indirizzo: b-vall.promozione@beniculturali.it

 #unlibrodasalvare  #iorestoacasa   #laculturanonsiferma

 

Instagram