Locandina Il pesciolino d'argento

Nel Salone Borrominiano della Biblioteca Vallicelliana sabato 16 dicembre 2017, alle ore 11, viene presentato Il  pesciolino d’argento. Fiaba a due voci per attore e corno.di e con Alessandro Cappelli e Remo Izzi (corno). Le musiche sono di Remo Izzi.  Si tratta del secondo appuntamento in Vallicelliana con l’Associazione Teatro Oltre che ha già proposto un’altra favola in musica, Chicchirichì ,  lo scorso 2 dicembre. Ad ogni fiaba è abbinato uno strumento musicale diverso: fisarmonica, clarinetto, sassofono, corno, pianoforte, percussioni, trombone e vibrafono. Le fiabe, fin dai tempi antichi, sono un momento di crescita del bambino e di presa di coscienza dei propri limiti e paure. Attraverso il percorso del protagonista, guidano il bambino alla costruzione del proprio mondo interiore che, grazie all’esempio positivo dell’eroe, riesce a superare paure e angosce, contribuendo così allo sviluppo della sua personalità e immaginazione. La fiaba Il pesciolino d’argento, ispirata ad un’opera del XVII secolo, ha per protagonista il medico di corte inviato dal re di Spagna nelle Nuove Americhe alla ricerca di nuovi ritrovati scientifici. Partendo lascia Marinella, sua figlia, chiusa nel castello in riva al mare. Lei, affacciata alla finestra, gioca ogni giorno con un Pesciolino d’argento che le tiene compagnia. Un bel giorno però, il pesciolino spicca il salto più alto della sua vita e riesce a baciare Marinella. Da quel momento comincia un’avventura che cambierà la vita di Marinella…

Per prenotazioni e biglietteria rivolgersi a: teatrooltre@yahoo.it

Fondata nel 1993, l’associazione Teatro Oltre ha prodotto spettacoli caratterizzati dalla presenza scenica della musica e dei musicisti.L’elemento musicale è fortemente connesso con le attività che l’associazione svolge. Gran parte del lavoro svolto da Teatro Oltre è dedicato alle fiabe in musica. Negli anni l’associazione ha organizzato diverse rassegne di teatro musicale con l’obiettivo di promuovere tra i più piccoli e i loro accompagnatori la cultura dello spettacolo dal vivo.

Locandina

Invito

Comunicato